I knew what it meant to touch you: Dirt Music

Gregor Jordan (Ian Thorpe: the Swimmer) brings to screen Tim Winton‘s same name 2001 acclaimed novel. Set and filmed across Western Australia, Dirt Music makes us fall in love with marzipan beaches and with Garrett Hedlund‘s impressively convincing Australian accent.  Dirt Music sells itself as a love story, but the two main characters only rarely…

Do you ever stare at the sky? You know, the air has no color and yet the sky is blue. A riddle like the sky, that was her to me: LEONARDO

1506, Caterina da Cremona (Matilda De Angelis), Leonardo (Aidan Turner) closest friend is dead.   Stefano Giraldi (Freddie Highmore) is dealing with the case by order of the Mayor of Milan, but the truth is far from revealed…now Leonardo is young, he is in Florence at Verrocchio (Giancarlo Giannini) studio. Two timelines with a single…

Tu fai le tue cose da Superman che io faccio le mie cose da Lois Lane: Superman and Lois

Dopo l’introduzione dei nuovi Clark/Superman e Lois Lane in Supergirl e nei successivi crossover targati CW, è arrivata la nuova serie dedicata ai due giornalisti del Daily Planet, alle prese con i loro gemelli adolescenti: Jonathan (Jordan Elsass), star della squadra di football di Metropolis e Jordan (Alexander Garfin) introverso con crisi d’ansia e disturbi…

Perché cerchi di far sparire mia figlia? Pieces of a Woman. (77 Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia)

Pieces of a woman…pezzi di donna. Sì, perché ciò che resta dopo una tragedia di questa portata non può essere che un cumulo di macerie. La sceneggiatrice Kata Wéber e il compagno, nonché regista della pellicola, Kornél Mundruczò portano sullo schermo una tragedia personale, senza mai permettere che il loro coinvolgimento possa prendere il sopravvento;…

Se torna posso andarmene io: LACCI (77 Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia)

Che rumore fa la felicità? si chiedevano i Negrita nel 2008; oggi, invece, Daniele Lucchetti si chiede che rumore fa un matrimonio che si sgretola? Ce lo racconta in Lacci, film di apertura del festival della ripartenza, la 77 Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica la Biennale di Venezia. Tratto dall’omonimo romanzo di Domenico Starnone, Lacci mostra…

Una lettera d’amore finalmente spedita: Padrenostro (77 Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia)

Il 14 agosto 1976, i NAP mettono in atto un attentato al vicequestore di Roma Alfonso Noce. Il figlio Claudio Noce, oggi regista, ha poco più di un anno; ma il fratello, sui dieci anni, assiste alla scena. Nell’attentato, in cui secondo i giornali dell’epoca vengono sparati oltre 50 colpi, rimangono uccisi l’agente Prisco Palumbo,…

@GettyImage

L’essenza di un viaggio non è la meta ma il percorso: Guida Romantica a Posti Perduti

Giorgia Farina, cinque anni dopo Ho Ucciso Napoleone, torna a dirigere un lungometraggio dedicato all’essenza femminile, lasciandosi però alle spalle la comicità del film precedente. Presentato alla Giornate degli Autori, Guida Romantica a Posti Perduti è un road movie che, paradossalmente, resta fermo, ancorato, in stallo per 106′ lunghi minuti; non vi è Jasmine Trinca…

L’amore non è abbastanza: Miss Marx (77 Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia)

Al ritmo delle musiche dei Gatto Ciliegia contro il Freddo e accompagnato dal ritmo punk dei Downtown Boys (gruppo americano esplicitamente e dichiaratamente comunista), Miss Marx racconta la fine del XIX secolo in chiave moderna, senza mai tradire la storia dell’epoca. Un film tutto al femminile diretto dalla regista di Nico, 1988 Susanna Nicchiarelli e…

Io non sono bravo a riconoscervi: Non Odiare. (77 Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia)

Non odiare, un concetto semplice eppure così difficile, soprattutto in questo ultimo anno dove, messi alla prova, abbiamo iniziato ad odiarci gli uni gli altri anche per le cose più futili come una corsa sulla spiaggia o un giro in bicicletta; per poi raggiungere, recentemente, un’estremismo ingiustificato. Non odiare, un concetto semplice, ma si può…

WAITING FOR THE BARBARIANS: Mark Rylance, Johnny Deep, Robert Pattinson e Sam Reid in un film senza luogo e senza tempo

Waiting for the Barbarians, presentato all’ultima edizione della Mostra del Cinema di Venezia pre-covid19, ha un background fatto di intrecci che fanno sì che, fin dai primi minuti, si crei nello spettatore un senso di attesa che non verrà mai tradito durante la pellicola. Facciamo un piccolo passo indietro: nel 1976, Valerio Zurlini, si ispirò…

Whoosh!: fiocco azzurro in casa Purple

“Due cose sono infinite: l’universo e la carriera dei Deep Purple, ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi”. Così mi immagino la reazione di Albert Einstein alla notizia dell’uscita di Whoosh!, ultima fatica di una band che di album (tra studio, live e compilation) ne ha pubblicati ben 99, dal 1968 ad oggi. Le voci…